marzo 11, 2015

Il mio bambino sarà un serial killer, il grido di una mamma

Hanno chiesto aiuto allo psicologo della scuola poi sono andati da dottori privati perché sono convinti che il loro bambino crescendo diventerà un serial killer, magari peggio di Ted Bundy. Il piccolo R è stato adottato dopo essere stato tolto dalla mamma biologica perché ex tossicodipendete. Sembrerebbe che la donna avrebbe trasmesso al feto nel momento della gravidanza la dipendenza. Ma qua ci chiediamo dipendenza da che cosa?

Cresciuto in una famiglia di sani principi, il piccolo R continua a mostrare dei segni di squilibrio. All'asilo ha fratturato le dita a un suo compagno e minacciato di morte i suoi genitori. Nel suo mondo tormentato esiste anche un amico immaginario di nome '' Bloodythirtsty'' che vuol dire sanguinario e per lui rimane spesso in apnea.

La mamma ha dichiarato che il bambino ha una forte passione per i coltelli e tutto questo l'ha portata a pensare che in lui si cela un nuovo serial killer. Per questo vorrebbero rinunciare al suo affidamento '' Gli ultimi 3 anni con lui sono stati molto duri, non siamo in grado di aiutarlo''.

Nessun commento:

Posta un commento