febbraio 02, 2015

Tess: la donna che non sorride da 40 anni, perché?

Tess è una donna americana che da 40 anni non conosce più cosa vuol dire sorridere. La sua è indubbiamente una strana scelta: preferisce il broncio a un'espressione allegra. L'ultima volta che cercò di sorride fu da bambina all'età 10 anni, ora ne ha 50. Secondo una sua teoria: non sorridere ritarda l'avvento delle rughe. Nessuno, neanche in situazioni felici è capace di strapparle una risata.

Preferisce essere impassibile e avere una pelle liscia senza rughe, che correre il rischio di mostrare i segni dell'invecchiamento. Eppure ha detto che non le manca l'umorismo, ma preferisce non esternarlo. La sua cura perfetta: è  quella di fare ginnastica facciale ogni giorno. Qualcuno le ha chiesto se usa botox; ma la verità che lei da 40 anni non ha mai più riso.  I medici ritengono che limitare le espressioni del viso previene l'arrivo delle rughe.

Ad ogni modo il suo essere impassibile ha origini ancor più profonde, infatti Tess è cresciuta con un'educazione cattolica molto severa. In collegio i preti vietavano alle studentesse di sorridere perché era peccato, voleva dire appartenere alla sfera delle persone ingorde e pensieri non puri. I fidanzati e il marito frequentemente si preoccupavano perché nel suo volto non c'era un'accenno di emozione. Lei rispondeva che era una sua scelta. Ultimamente inizia a mostrare qualche timido sorriso, ma attenzione a non allungare troppo il viso, le rughe sono sempre pronte ad approfittarne. 

Nessun commento:

Posta un commento