giugno 15, 2014

Twitter di Gasparri ''Fa piacere mandare a fare...gli inglesi''

"Fa piacere mandare a fare...gli inglesi, boriosi e c". Così  Maurizio Gasparri, il vicepresidente del Senato,  ha commenta  a suo modo la vittoria degli azzurri su Twitter, ovviamente non si sono fatti attendere i commenti in rete. Tra le risposte gli hanno persino suggerito di candidarsi come "il prossimo ministro degli Esteri", ("se lo fa la shampista - replica lui - lo puoi fare pure te"). Un altro l'ha paragonato a casa Pound pronti a dichiarare guerra all'India.
Sappiamo che i politici italiani non hanno  di certo un rapporto idilliaco su Twitter, in particolare Gsparri che preferisce bloccare gli attacchi dei follower:  "Cespugli di imbecilli, un modo ottimo di mettere sterco in discarica", "demente", "patetico", "querelato", "la droga fa male" Uno delle tante risposte del senatore di Forza Italia sul social network  ai suoi nemici internauti.
Tra i più pesanti c'è stato un botta risposta tra lo stesso Gasparri e Wired, il magazine che si occupa di nuove tecnologie. e attualità .  A  seguito del tweet sugli inglesi, nel sito  è apparso  un post dal titolo esplicito  'Togliete Twitter a Gasparri (è per il suo bene)', nel quale secondo l'articolista del magazine scriveva di un abuso della rete da parte di Gasparri Immediata,  la risposta del politico: "@wireditalia non so chi sia, per viltà come tanti si cela dietro l'anonimato, serve nome e cognome per indicare la nettezza urbana".

Nessun commento:

Posta un commento